Make your own free website on Tripod.com

interactive fiction

/

letteratura interattiva

[scorciatoia per i giochi] [scorciatoia per gli emulatori] [scorciatoia per la sezione dedicata ai giochi scritti da me]

Ti va di imparare cos'è la letteratura interattiva?
(se non ti va,
salta questo paragrafo).

La letteratura interattiva (interactive fiction) è un'opportunità per costruire dei testi che coinvolgano anche il lettore, il quale ha una parte attiva nello svolgimento della trama. Nella letteratura interattiva è possibile interagire con i personaggi e i luoghi creati dall'autore. Nata come tentativo di creare giochi avventurosi in stile anni '80, l'interactive fiction si è modificata attraverso i canali di discussione su internet: una piccola e agguerrita comunità di programmatori, scrittori e artistoidi si è gradualmente coagulata intorno ai due newsgroups rec.art.int-fiction e rec.games.int-fiction (indicati comunemente come r.*.if.), sviluppando nuove piattaforme, authoring systems, giochi, competizioni annuali. R.a.i.f focalizza l'attenzione sulla creazione della letteratura interattiva, ed è quindi un newsgroups per programmatori (con tutto il gusto per i linguaggi specialistici ed esoterici tipico dei programmatori), mentre r.g.i.f è un punto di raccolta di opinioni dei "giocatori" della stessa (molti dei quali, quando non sono anch'essi programmatori, tendono a sviluppare un complesso di inferiorità nei confronti degli occhialuti sacerdoti dei loro riti ludici). La letteratura interattiva è nata come gioco, e risente ancora di un clima in certo qual modo angusto, che la lega molto al bagaglio emotivo di stampo anni '80 proprio dei programmatori che hanno creato i primi strumenti per scriverla. Tuttavia nel corso degli ultimi anni scrittori di indubbio talento hanno cominciato a usare questo tipo di software per raccontare finalmente delle storie, con risultati in alcuni casi decisamente promettenti. Se per un verso, il legame così stretto con la parola scritta e con l'esperienza della lettura e del gioco favorisce un isolamento della comunità IF, e ne stimola l'orgoglio anti-grafistico (a talora anti-tecnologico) proprio dei gruppi di nicchia, per altro verso offre un'occasione unica di sviluppare giocando le proprie capacità di scrittura, di programmazione, e di progettazione di ambienti interattivi. Proprio quest'ultimo, a parere dell'autore, è l'aspetto più originale della questione: nel momento in cui la tecnologia delle informazioni rende possibile un confronto quotidiano, mondiale e approfondito con altri individui, è necessario riformare l'esperienza tradizionale del leggere e traghettarla verso modalità collettive, comunitarie. La letteratura interattiva offre in potenza la possibilità di essere Gregor Samsa, Raskol'nikov, Don Chisciotte. E, nello stesso testo, quella di essere Kafka, una vecchia usuraia, un mulino a vento. Sempre che nascano nuovi scrittori.

Un paio di collegamenti ti chiariranno meglio le idee:

Stephen Granade ha una ottimo sito su miningco. Offre links, forum, recensioni, notizie.
Esiste anche Interactive Fiction online, dove si può immediatamente iniziare a giocare senza doversi scaricare niente.
Ho scoperto da poco IF Italia. Sul loro sito si parla di avventure testuali. Naturalmente, si tratta della stessa cosa.
Un'altro dei pochissimi siti in italiano che ci interessa è quello di Umberto Michelucci: http://gwis2.circ.gwu.edu/~umich/int-fiction/int.html#ita
Infine, Snacky Pete è imperdibile.
Se questi links non ti bastano, probabilmente stai sviluppando una forma di dipendenza da Internet. Vedi tu, non sono fatti miei. In ogni caso di collegamenti se ne possono trovare ad nauseam sul sito di Ailanto Interactive Fiction, oppure qui (ma molti collegamenti non funzionano).

Ti andrebbe di immergerti nel mondo della LI ?

Seguimi.

Magari ti andrebbe addirittura di scrivere LI ?

Un'altra volta. Questa sezione non è ancora pronta. Controlla i collegamenti appena citati, ma soprattutto la pagina ufficiale di Inform.

 


[Firma/Esplora il mio libro dei passanti] [i giochi scritti da me] [forme] [parole] [torna indietro e rimettiti comodo]